Cous cous di quinoa

Ingredienti (4 persone)   foto-1-ingredienti

200 gr. Quinoa Romagna

½ Cipolla di tropea

1 pezzo di Zenzero

2 carote

1 peperone cornino giallo o rosso

1 melanzana

1 zucchina

2 pomodori ramato

1 cucchiaino di curcuma

1 fetta di speck con ½ cm, di spessore

2 mozzarelline di bufala campana

1 peperoncino

Sale e pepe

Olio EVO

 

Preparazione:

Lavate molto bene la quinoa lasciandolo in ammollo per una ventina di minuti.

Mettete la quinoa in acqua fredda con una quantità di acqua pari al doppio del peso (400 ml.) e portate ad ebollizione avendo cura di mescolare di tanto in tanto fino a quando l’acqua non è stata interamente assorbita (circa 15/20 minuti).

Nel frattempo mettete sul fuoco una padella con olio EVO il peperoncino e un pezzo di zenzero o se preferite grattugiato; mezza cipolla di tropea tagliata sottile e fate soffriggere.

Appena la cipolla imbiondisce aggiungete le carote tagliate a cubetti e il peperone cornino privato dei filamenti interni; attendete qualche minuto e aggiungete la melanzana anch’essa tagliata a cubetti; dopo qualche minuto unite la zucchina tagliata a cubetti. Saltate il tutto aggiungete un cucchino di curcuma un poco di acqua e coprite a fuoco medio.

Aggiustate di sale e pepe.

foto-2-cottura

Tagliate lo speck a cubetti e fatelo “sudare” in padella senza olio.

Ricordate che le verdure non dovranno scuocere ma rimanere croccanti.

Lavate e tagliate a cubetti i pomodori avendo cura di farli scolare della loro acqua.

A questo punto togliete il peperoncino e lo zenzero, se lasciato intero, unite la quinoa alle verdure in padella e fate insaporire mescolando, unite anche lo speck.

Spegnete e lasciate riposare qualche minuto.

A questo punto possiamo impiattare:

prendete un coppapasta e riempitelo con la quinoa e verdure sopra aggiungete il pomodoro e appoggiate sopra una mozzarellina tagliata in quattro, un rametto di basilico come guarnizione.

Un filo d’olio e buon appetito.

Se volete potete eliminare speck e mozzarella per una ricetta vegana.

 

foto-3-impiattamento

 

Ricetta fornita da Fabio Moretti